Benvenuti nella casa del 231

Benvenuti nella casa del 231 - Asso 231
Asso231 è l'unica associazione multistakeholders del settore.

Il fiore rappresentato nel nostro logo è emblematico della nostra mission; ogni petalo rappresenta una delle categorie di stakeholders che, dal proprio punto di vista, deve affrontare la tematica della Responsabilità Amministrativa (di fatto para-penale) delle organizzazioni:
 
  • Le Organizzazioni che adottano i Modelli 231;
  • I Consulenti;
  • La Magistratura;
  • L'Università;
  • Le Pubbliche Amministrazioni e le altre organizzazioni pubbliche in genere.

Ogni stakeholders esprime diverse esigenze di approccio alla materia ed Asso231 si offre come unico luogo di incontro per trovare soluzioni condivise:  una vera e propria "casa del 231".
 

ASSEMBLEA E "SEMINARIO DELL'ASSEMBLEA" 2016

In attuazione dell’art. 14 dello Statuto, si convoca l’Assemblea Generale di codesta Associazione per la data del 27 Maggio 2016, presso il prestigioso Palazzo Lombardia (Palazzo della Regione Lombardia), Piazza Città Di Lombardia 1, Milano, alle ore 6.00, in prima convocazione ed alle ore 13.00 in seconda convocazione, con il seguente ordine del giorno:

a) Rendicontazione delle attività dell’anno trascorso e presentazione dei nuovi servizi e convenzioni per i Soci (es. servizio di Patrocinio di eventi e corsi e convenzione per servizio di Ufficio Stampa);
b) Conferimento di eventuali cariche vacanti;
c) Proposte operative per l’anno in corso;
d) varie ed eventuali.

Si ricorda che, come in passato, l’Assemblea sarà preceduta dal prestigioso “Seminario dell’Assemblea” che quest’anno avrà come titolo “Safety, 231 and Anti-Bribery Days” e sarà co-organizzato con Uniquality e KHC, nostri partners per la certificazione delle competenze in materia, ai sensi della Legge 4/13 e della Norma ISO 17024 ed avrà il Patronato della Regione Lombardia. Il Seminario comincerà alle 9.00 del 27 Maggio, sempre presso la sede sopraccitata. Si allega il Programma.

I Soci e gli Invitati riceveranno invito formale. Il Seminario dell'Assemblea è, comunque, aperto a tutti, anche a coloro che non sono associati.

La partecipazione al Seminario darà anche la possibilità ai Soci di conseguire i crediti per la Formazione Continua delle Professioni, regolamentate e non. I Soci troveranno le istruzioni per l'iscrizione ai fini dei crediti nella lettera di invito che riceveranno.

AUTORICICLAGGIO: ABI CONFERMA POSIZIONE ASSO231

Il giorno 1 dicembre 2015 l’ABI, l’Associazione Bancaria Italiana, ha pubblicato la Circolare n. 6/2015, dove fa le proprie considerazioni sui riflessi dell’introduzione del nuovo delitto di autoriciclaggio (art. 648-ter.1 c.p.) sull’attività delle banche e i connessi rischi, anche in ottica 231.

Con la suddetta Circolare, ABI indirettamente conferma la posizione espressa il 29 Luglio 2015 sul tema da parte di Asso231, soprattutto in ottica dei reati origine del provento illecito da reinvestire e delle eventuali modifiche ai Modelli 231 realizzati, analizzando i casi in cui l'origine del provento del reato sia esterna o interna all'organizzazione e rientrante, o meno, nel novero dei reati già presupposto del 231.

Nel primo caso, non può che evidenziarsi la possibilità di attingere utilmente, soprattutto da parte delle banche, all’esperienza maturata in tema di obblighi antiriciclaggio ex D.Lgs. 231 del 2001 ove, seppur solo ai fini  di  detto  decreto,  all’art.  2  si  dà  una  definizione  di  riciclaggio  tale  da  coprire  anche  l'ipotesi  di autoriciclaggio, nonché ai principi, alle regole ed alle procedure, già in essere in ambito aziendale, per prevenire il rischio di incorrere nella «responsabilità amministrativa» per la commissione dei reati  ex artt. 648, 648 bis e 648 ter c.p.

Ove  i  proventi  eventualmente  illeciti  si  siano  formati  all’interno  della  stessa  organizzazione, occorre distinguere i due casi in cui l'origine degli stessi derivi o meno da reati già presupposto della "Responsabilità 231".... (continua)

Per completare la lettura del presente articolo, si rimanda alla Sezione "Pareri" del sito.

CONVENZIONE ASSICURATIVA PER ODV ISCRITTI AD ASSO231

ASSO 231 STIPULA CONVENZIONE PER LA TUTELA DEGLI ODV


Grazie alla collaborazione col prestigioso broker AON, Asso231 è orgogliosa di presentare ai suoi associati, la più completa e conveniente convenzione assicurativa sul mercato per la copertura della Responsabilità Civile degi Associati ad Asso231, in possesso dei requisiti previsti, che svolgano i compiti di Componente l'OdV di cui all'art. 6 del Dlgs 231/01.

Queste le caratteristiche principali. 

Per maggiori dettagli e modalità operative, vai alla pagina dedicata (menù in alto).

CONTRAENTE: Asso231 - Associazione degli stakeholders del D. Lgs. 231/2001


ASSICURATO: Componente di ODV, associato ad Asso231 (quota attualmente gratuita), in possesso dei requisiiti idonei

ATTIVITA´ ASSICURATA: Componente di OdV ai sensi dell'art. 6 del Dlgs 231/01

OGGETTO dell´ASSICURAZIONE: 

1.1 L'Assicuratore si obbliga a tenere indenne l’Assicurato, nei limiti del massimale stabilito al Punto 3
del Certificato, di quanto questi sia tenuto a pagare, quale civilmente responsabile ai sensi di legge, per Perdite Pecuniarie involontariamente cagionati a terzi, derivanti da una Richiesta di Risarcimento avanzata per la prima volta da Terzi nei confronti dell’Assicurato durante il Periodo di durata della polizza in seguito ad un Atto Illecito. La copertura opera esclusivamente per gli incarichi dichiarati dall’Assicurato nel Modulo di Adesione 
e riportati nel Certificato.


1.2 Subordinatamente ai termini ed alle condizioni della presente polizza, l'Assicuratore anticipa i Costi di Difesa derivanti dalle Richieste di Risarcimento prima della loro definizione conclusiva.

MASSIMALE di GARANZIA: EUR 1.000.000,00 unico per sinistro e Eur 3.000.000,00 per anno assicurativo per ciascun certificato.

FRANCHIGIA: EUR 10.000,00= per ciascun sinistro

PREMIO IMPONIBILE ANNUO: Euro 400,00= oltre imposte per il primo incarico di componente di ODV Euro 150,00= oltre imposte per ogni ulteriore incarico di componente di ODV 

RETROATTIVITA´: 2 anni precedenti la data di sottoscrizione della presente Polizza.

GARANZIA POSTUMA: 24 mesi senza obbligo di pagamento di alcun premio addizionale.

ESCLUSIONI: vedi nota informativa

 

Anticorruzione - Nuove Linee guida ANAC

L’Autorità Nazionale Anticorruzione ha definitivamente approvato, con la Determinazione n. 8 del 17 giugno 2015, le «Linee guida per l’attuazione della normativa in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza da parte delle società e degli enti di diritto privato controllati e partecipati dalle pubbliche amministrazioni e degli enti pubblici economici» poste in consultazione pubblica dal 25 marzo al 15 aprile 2015.

Contenuti

Le Linee guida incidono sulla disciplina già prevista dal PNA e ne comportano una rivisitazione. Pertanto, vista la coincidenza delle questioni trattate, le Linee guida integrano e sostituiscono, laddove non compatibili, i contenuti del PNA in materia di misure di prevenzione della corruzione e di trasparenza che devono essere adottate dagli enti pubblici economici, dagli enti di diritto privato in controllo pubblico e dalle società a partecipazione pubblica.

Le Linee guida, quindi, sono volte a orientare tutte le società e gli enti di diritto privato in controllo pubblico o a partecipazione pubblica non di controllo, nonché gli enti pubblici economici nell’applicazione della normativa in materia di prevenzione della corruzione, di cui alla legge 6 novembre 2012, n. 190, e trasparenza, di cui al decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33,  con l’obiettivo primario che essa non dia luogo ad un mero adempimento burocratico, quanto invece venga adattata alla realtà organizzativa delle singole società e enti per mettere a punto strumenti di prevenzione mirati e incisivi.

I rapporti col Dlgs 231/01

Oltre a chiarimenti importanti in materia di obbligo ed individuazione della figura del Responsabile della Prevenzione della Corruzione, di tutela dei Whistleblowers e di attuazione della legislazione in tema di Trasparenza ex Dlgs 33/2013, di particolare rilievo, nel testo delle Linee Guida, appaiono i passi ove si fa riferimento ai Modelli di Organizzazione, Gestione e Controllo ex Dlgs 231/01.

Asso231 ha predisposto un documento di dettaglio, scaricabile liberamente dal link sottostante, nel rispetto delle clausole di Licenza Common Creative.

 

Sta, inoltre, predisponendo l'aggiornamento delle proprie Linee Guida GS 231_190 “Sistemi di Gestione Integrati della Responsabilità Amministrativa e per la Prevenzione della Corruzione” per la realizzazione di Modelli 231 integrati con le disposizioni della Legge 190/12, che saranno rilasciate, nella revisione 2015, nei prossimi giorni.